Niente «Febbre» per la Spaak. «Io, bocciata perchè vecchia»

Di :Arianna Finos
ROMA. È una delle commedie più attese della prossima stagione. Arriverà in autunno, il set è stato appena smobilitato, ma La Mandrakata,cioè il sequel di Febbre da cavallo fa già parlare di sé. Polemicamente. Tutto per Catherine Spaak. Ricordate? Nel film ormai cult del ‘76 interpretava la fidanzata barista di Mandrake-Proietti, quella che si ’arrabbiava quando lui perdeva alle corse e non riusciva a far l’amore.

Li avevamo lasciati in viaggio di nozze, ma il suo personaggio nel nuovo film è stato eliminato. Perché? Dice il regista Carlo Vanzina: «Allora la Spaak era doppiata, oraa vevamo bisogno di un’attrice con voce propria. E poi lei non ci ha chiamato». Dice il fratello sceneggiatore, Enrico: «La Spaak è troppo bella e raffinata per noi, cercavamo un ruolo più da popolana». Dice il protagonista del film, Gigi Proietti: «Pensavo che fosse stata lei a dire di no». Diceva lei stessa in tv mesi fa: «Certo che mi aspetto che i Vanzina mi chiamino per il film». Invece al suo posto i figli di Steno hanno scelto Nancy Brilli. E adesso che dice, signora Spaak? «Non mi stupisce. Anche perché nella vita ho imparato a non aspettarmi nulla da nessuno. E sa perché non sono stupita? Riassumo brevemente: gli uomini hanno il diritto di invecchiare, le donne no. Le cose vanno così e non solo nel cinema italiano». Lei ha 57 anni. «Ma la longevità di un attore è superiore di molto a quella delle colleghe donne perché il cinema – almeno nella testa di chi lo fa, forse meno in quella di chi lo vede – è fatto di personaggi femminili belli e giovani. E quindi una donna della mia età, che è poi l’età dei miei partner, anzi sono sicuramente più giovane, è comunque penalizzante. Preferiscono una bella ragazza come Nancy Brilli. E da questo punto di vista hanno ragione. Sono stata ben sostituita…». Brilli Nicoletta, in arte, Nancy, nata a Roma il 10 aprile 1964. Mica una ventenne… «Vedrà che se fanno il terzo film ci mettono una 18enne. Oh, niente contro Nancy è brava, simpatica». Non ha sentito neanche Proietti? «Gigi l’ho sentito spesso. È venuto anche ad Harem, in tv, ma non abbiamo mai parlato di questo». Esclusa da Febbre da cavallo. Un filn «povero» ma cult. Come si spiega il suo successo? «Non me lo spiego. Quando chiedi a qualcuno: perché mi ami? La risposta più bella è: non lo so e non lo voglio sapere. È questa la magia». Ma cosa la spinse in quel ruolo? «Io avevo già lavorato con tutti, con Gigi, con Montesano: ci conoscevamo bene. Il copione era buffo, spiritoso, goliardico. E poi mi divertiva l’idea di un ruolo nuovo per me, una donna più semplice un pò popolana, questa barista furba e ben conoscitrice degli uomini. Però non avrei mai immaginato il successo che ha avuto. Ma insomma: anche quando girai Il sorpasso non pensai che sarebbe diventato un mito. Del resto è successo anche con altri miei film… ». Quali ricorda con orgoglio? «Sicuramente La voglia matta, L’armata Brancaleone, Lu Parmigiuna, La noia.. . No, guardi, la lista è lunga e poi le tagliano il pezzo… Ma non lo dico per presunzione. Non ho neanche una cassetta con un mio film…». Lei reagisce velocemente ai cambiamenti: Raitre ha chiuso Harem e lei ha già una nuova trasmissione a La7. Viene bocciata dai Vanzina ed ecco che tira fuori uu altro film… «Esce il 30 agosto. Si chiama Joy, scherzi di gioia, il regista è Adriano Wajskol. È un film completamente pazzo, per questo ho accettato. Non facevo film dai tempo di Flirt, quello diretto da Monica Vitti in cui ero la migliore amica che le rubava il marito, tanto per cambiare. In tutti questi anni mi offrivano solo ruoli banali. Invece Joy è un film frizzante, leggero, naif. Una storia assurda recitata da persone assurde: due bambini, due adulti, due nonni. Ovviamente io faccio la nonna, una nonna-bambina imprevedibile, spiritosa. Il nonno è Philippe Leroy». Che rapporto ha con il tempo che passa? «È un dettaglio anagrafico che non mi riguarda, che concerne la posta, l’anagrafe, il portiere dell’albergo che controlla il mio documento. Io non ho assolutamente la mia età e non l’avrò mai».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...