La ‘mandrakata’ di Gigi Proietti

Di :
L’attore tornerà al cinema dopo anni di assenza per il seguito di Febbre da cavallo, film cult del 1976. ROMA – Proietti torna al grande schermo per girare il seguito di Febbre da cavallo, film cult del 1976. Le riprese della pellicola, intitolata Febbre da cavallo-La mandrakata, scritta da Carlo (anche regista) ed Enrico Vanzina e prodotta dalla Warner con Adriano Arié, inizieranno a fine giugno per un’uscita nelle sale prevista per ottobre: nel cast, oltre a Proietti, ci saranno Claudia Gerini , Carlo Buccirosso e Rodolfo Laganà.

”Il cinema non lo faccio più da anni – spiega Proietti – e quella dei Vanzina è un’operazione che mi incuriosisce e mi intenerisce anche perché Febbre da cavallo è una delle ultime cose che ho fatto per il grande schermo”. Proietti tornerà a vestire i panni di Mandrake, l’indossatore ‘malato’ di scommesse ai cavalli, per la gioia di migliaia di fans che in questi anni hanno aperto locali dedicati alla pellicola, siti internet, hanno scritto libri dedicati all’argomento e hanno persino raccolto firme perche’ arrivasse il tanto atteso seguito.”Ritornerò a questo personaggio che ha avuto una stranissimo destino -racconta Proietti- Quando il film usci’ fu accolto con freddezza dalla critica e anche dal pubblico, era considerato un filmetto. Poi la popolarità è aumentata ogni volta che passava in tv e ora fa ascolti incredibili. Il segreto? Semplicemente il fatto che faceva ridere. Non vado molto al cinema ma quel che vedo del cinema italiano non mi diverte, non mi fa ridere, a parte Aldo, Giovanni e Giacomo. Ma forse e’ un problema mio, sento che la gente ride e mi chiedo perché”. ‘E poi -aggiunge Proietti- quel film annoveravaun cast di caratteristi eccezionali, a cominciare da Mario Carotenuto e Adolfo Celi, i più grandi di tutti. Era l’epoca in cui anche il più piccolo dei ruoli era affidato ad attori che sapevano recitare, oggi invece va bene tutto…”. Nel film del 1976, diretto da Steno (papà di Enrico e Carlo Vanzina), si raccontava la storia di tre amici indebitatissimi appassionati di cavalli che cercano di truccare una corsa sostituendo il fantino. Sul seguito in arrivo, Proietti dice che ”ci sono le premesse per tornare a divertirsi. Mi spiace che non ci sia Enrico Montesano (il disoccupato Pomata nella pellicola di Steno, ndr). Mandrake -spiega Proietti- sarà impegnato in una serie di avventure. Capisco quelli che scommettono anche se io non sono un appassionato del gioco. E adoro ovviamente Varenne, sarà il ‘nume tutelare’ della nuova storia”. Finito l’impegno con ‘La mandrakata’, Proietti tornerà a indossare la divisa per un altro grande ritorno, stavolta televisivo: ‘Il maresciallo Rocca 4′. ”In realtà -dice Proietti- in tre serie di Rocca ho partecipato solo a 16 puntate. Il fatto è che sono state replicate parecchio. Ma i nuovi episodi (il primo ciak è previsto ad ottobre) torneranno a temi più leggeri, anche se rispetteranno sempre lo schema del giallo. E sarà sicuramente la chiusura definitiva della serie”. Una prossima stagione che, conclude Proietti, sarà ancora all’insegna del teatro Brancaccio: ”Dopo il successo di questo anno -dice Proietti- abbiamo bisogno di un po’ di sostegno concreto. La prospettiva è quella di formare un laboratorio di giovani attori, riprendendo l’ipotesi avviata 16 anni fa”. (18 MAGGIO 2002, ORE 17.11)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...